Gilet da uomo: quali scegliere e per quali occasioni

2 min


165
127 condivisioni, 165 points
gilet da uomo

Dire gilet significa ricapitolare buona parte della storia della moda maschile. Questa strana “giacca” senza maniche e con abbottonatura e scollatura sul davanti si impone infatti nel XV secolo presso la corte francese e da allora si è evoluta insieme all’abbigliamento da uomo. Oggi lo utilizza anche la moda femminile ma come pezzo rimane sempre legato all’idea dell’eleganza maschile.

Eleganza o stile casual, in realtà, perché la moda recente lo ha rivalutato anche da solo – ovvero separato dall’insieme giacca e pantalone – e lo ha imposto come capo originale, anche colorato o a stampe, adatto a tutte le occasioni. Allora quale gilet da uomo scegliere? In un’epoca in cui la stravaganza moderna si mescola con la voglia di nostalgia, c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Un gilet per ogni occasione

Il gilet da uomo deve rispondere a tre regole standard: deve vestire aderente, possibilmente sopra una camicia altrettanto aderente; deve avere le tasche, salvo pochissime eccezioni; deve avere un massimo di sei bottoni, con l’ultimo bottone in basso da portare sempre aperto – tranne che in occasione di cerimonie importanti. Poste queste come basi, però, i gilet sono diversi a seconda della situazione in cui li si indossa, come mostra Carillo Moda nei vari modelli di gilet da uomo in offerta.

Un gilet elegante, per una cerimonia o un evento di classe, deve essere di cotone, di lino o di lana raffinata. A volte anche di seta, se davvero richiesto. Il gilet di lana pesante si indossa quasi sempre per situazioni informali, tra amici, e quasi sempre in ambienti freddi (montagna, cene di Natale…) ed è l’unico che non ha obbligo di abbottonatura né di tasche. Un gilet effetto lucido, in stoffa sintetica, è più sportivo e si adatta a situazioni casual o lavorative.

I gilet vintage

Uno dei primi utilizzi del gilet nella storia fu quello di nascondere discretamente le bretelle reggi calzoni dei signori. Tuttavia, l’ultimo bottone aperto ne lasciava intravedere la parte finale. Per questo, ancora oggi, associare bretelle al gilet è uno stile un po’ vintage di indossare questo capo.

Per ricordare i bei tempi passati, il gilet dovrebbe essere sempre a righe oppure a quadretti. Meglio in tweed che in cotone e dovrebbe abbinarsi perfettamente al completo giacca-pantalone. Dovrebbe avere tasche alte, come si usava un tempo per riporvi l’orologio “a cipolla”. Preferibilmente avrà sei bottoni, oppure tre soltanto ma adeguati a doppiopetto.

Il gilet del XXI secolo

Tra la fine del XX secolo e i nostri giorni, il gilet si è trasformato. Oggi potete portarlo tranquillamente anche in cotone, anche con colori vivaci e con una linea sportiva. Il gilet moderno è più lungo di quello vintage perché deve coprire la vita – nascondendo la cintura che un tempo non era prevista. Potete associarlo ai jeans e perfino ai bermuda, in estate!

Il gilet del XXI secolo ha riscoperto l’uso dei tre bottoni, anche perché ha allungato enormemente la scollatura che oggi arriva quasi all’ombelico determinando anche un nuovissimo taglio nella linea di questo capo. Nessun limite alle stampe, ai colori, ai disegni … né all’utilizzo.

Esistono infatti anche i gilet da trekking o da sport, che si caratterizzano per l’elevato numero di tasche e per i tessuti impermeabili. Naturalmente questi possono essere indossati anche senza giacca. Non rabbrividite ma la moda del momento contempla il gilet anche indossato su una t-shirt, magari per una serata in discoteca o ad una festa in spiaggia!

Comunque vogliate intenderlo, il gilet rimane un elemento prezioso dell’abbigliamento maschile. Specialmente per le occasioni eleganti, il gilet da uomo fa la differenza e ancora oggi saperlo scegliere e soprattutto saperlo portare denota immediatamente la classe di chi lo indossa.


Cosa ne pensi? Condividilo con gli amici!

165
127 condivisioni, 165 points

Qual è la tua Reazione?

confusa confusa
21
confusa
epic fail epic fail
8
epic fail
bellina bellina
4
bellina
yeah yeah
43
yeah
insopportabile insopportabile
39
insopportabile
uao uao
22
uao
spettacolo spettacolo
9
spettacolo
love love
30
love
lol lol
34
lol
fashionista

Appassionata di moda, arte e film. Lavorare nel mondo Digital è per me un sogno che si realizza: tra i media e società, ci rendiamo artefici di ispirazioni e idee creative, pur rimanendo testimoni della realtà che ci circonda. Sono una Storytelling Strategist e fanatica di Pinterest.

0 Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *